ITA, nuovo piano industriale per passare esame UE

(Teleborsa) – Il decollo di Ita, la nuova Alitalia, è sempre più condizionato dal giudizio che l’UE darà al piano industriale. Da Bruxelles è stato ribadito il principio della discontinuità aziendale tra Alitalia e Ita, per essere certi che il finanziamento statale alla nuova operazione societaria serva a sostenere il programma e non a ripianare le perdite accumulate nella gestione che si vai a chiudere.

La Commissione europea ha fatto intendere che il piano industriale preliminare non conteneva tali garanzie. Ecco dunque che il Governo si appresta a presentare un nuovo piano, da sottoporre a Bruxelles nei prossimi giorni, e che prevede la cessione del ramo “aviation” di Alitalia con trattativa diretta a ITA, il cui budget iniziale viene confermato nella misura di 3 miliardi. Una sorta di accelerazione per consentire di avviare i voli con la nuova livrea nel periodo estivo, tenuto conto che la situazione sanitaria sta suggerendo ai vettori di programmare l’apertura dei collegamenti stagionali e l’aumento delle frequenze già operate tra fine maggio e inizi di giugno. Nel contempo, i servizi di handling e manutenzione verrebbero esercitati dalla “vecchia” Alitalia, ma rigorosamente a tariffe di mercato. Toccherà poi ai tre Commissari predisporre i bandi di vendita per handling, manutenzione e Loyalty, la società di Alitalia che gestisce il programma MilleMiglia.

La Commissione UE, come ha fatto con Lufthansa in Germania, chiederebbe anche la cessione di alcuni slot a Linate, dove il 70% delle rotte è operato da Alitalia. Una richiesta che, secondo alcuni esperti, potrebbe rendere più concreta la partnership con Lufthansa.
Intanto, mentre i sindacati si confrontano con i tre commissari Alitalia, ipotizzando una flotta di almeno cento aerei, la nuova versione del piano industriale di Ita, a cui lavorano l’amministratore delegato della newco Fabio Lazzerini e il Presidente Francesco Caio, prevede 43 aerei e 4.500 dipendenti e non più 52 aerei e 5.200-5.500 dipendenti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ITA, nuovo piano industriale per passare esame UE