Istat, produzione nelle costruzioni in forte rallentamento

(Teleborsa) – Dopo sei mesi di sostanziale stazionarietà dei livelli di produzione delle costruzioni (al netto dei fattori stagionali), a novembre si registra un’ampia contrazione congiunturale, imputabile anche alla elevata piovosità che ha caratterizzato tale periodo.

In particolare l’Istat stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni diminuisca del 4,0% rispetto a ottobre 2019, un calo considerevole dopo la lieve crescita registrata nei due mesi precedenti.

La media del trimestre settembre-novembre 2019 conferma l’andamento congiunturale negativo della produzione nelle costruzioni, che si contrae dell’1,2% rispetto al trimestre precedente.

Su base annua, l’indice grezzo e l’indice corretto per gli effetti di calendario registrano una marcata flessione, rispettivamente del 6,7% e del 3,4% (i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 21 di novembre 2018). Si tratta del primo calo, al netto degli effetti di calendario, dallo scorso mese di gennaio.

Nella media dei primi undici mesi del 2019, l’indice corretto per gli effetti di calendario cresce del 2,3% e l’indice grezzo aumenta del 2,1%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Istat, produzione nelle costruzioni in forte rallentamento