ISTAT meno ottimista del Governo sulla crescita

(Teleborsa) – L’economia italiana dovrebbe continuare ad espandersi a “ritmi moderati” nel quarto trimestre.

Lo rileva l’ISTAT nella consueta “Nota mensile” spiegando che nel terzo trimestre la crescita è stata sostenuta prevalentemente dai consumi e dal miglioramento del valore aggiunto nel settore manifatturiero.

“Per il quarto trimestre ci si attende il proseguimento, seppure a ritmi moderati, della fase espansiva iniziata nei primi mesi dell’anno. Il percorso di crescita rimane caratterizzato dall’attuale fase del ciclo internazionale che condiziona negativamente la dinamica delle esportazioni italiane”, afferma l’Istituto nazionale di statistica.

L’ISTAT indica un PIL in crescita dello 0,2% congiunturale, mentre il 2015 dovrebbe chiudersi con un’espansione dello 0,7%.

Il Governo stima una crescita dello 0,9%, anche se di recente il Premier Matteo Renzi, nel commentare i numeri del terzo trimestre, ha dichiarato: “secondo me chiudiamo allo 0,8 anche se il Ministero dell’Economia sostiene che comunque sarà lo 0,9”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

ISTAT meno ottimista del Governo sulla crescita