Istat, fiducia famiglie e imprese: novembre col segno meno. Allarme Codacons: “Pessima notizia”

"La situazione politica ed economica del Paese e le tensioni con l'Europa stanno influendo sulle aspettative di consumatori e imprese"

(Teleborsa) A novembre flessione dell’indice del clima di fiducia dei consumatori da 116,5 a 114,8; per il quinto mese consecutivo, diminuisce anche l’indice composito del clima di fiducia delle imprese che passa da 102,5 a 101,1. E’ la stima dell’Istat.

Il clima di fiducia delle imprese “continua a registrare flessioni: l’indice, dopo la crescita registrata nella seconda metà del 2017, entra in una fase di stasi nel primo semestre del 2018 e comincia a diminuire da luglio 2018. Nella manifattura la diminuzione è concentrata soprattutto nel settore dei beni di investimento”,  è il commento dell’Istat.

Anche “il clima di fiducia dei consumatori, pur riflettendo un quadro complessivamente stabile, presenta una dinamica negativa a novembre 2018, determinata soprattutto dal deterioramento sia dei giudizi sia delle aspettative sulla situazione economica dell’Italia nonché da un marcato peggioramento delle attese sulla disoccupazione”, conclude l’Istituto.

Codacons: “Pessima notizia” Un calo della fiducia, quello dei consumatori, che viene giudicato dal Codacons come “una pessima notizia che potrebbe avere effetti negativi sui consumi a breve termine”. Secondo il presidente Carlo Rienzi, “la situazione politica ed economica del Paese e le tensioni con l’Europa stanno influendo sulle aspettative di consumatori e imprese, riducendo la loro fiducia in tutti i comparti. Si tratta di un segnale pericoloso, soprattutto in vista del periodo natalizio alle porte: in presenza di una minore fiducia sul futuro del Paese e sulla propria situazione, le famiglie ridurranno i consumi, anche quelli tipici del Natale, come già osservato negli ultimi anni”. Quindi “il rischio concreto è quello di un aggravamento della crisi del commercio che oramai da troppo tempo attanaglia il Paese”.

Istat, fiducia famiglie e imprese: novembre col segno meno. Allarme Co...