Istat, Federconsumatori: eccessivo ottimismo sulla ripresa dei consumi

(Teleborsa) – Dai dati dell’Istat diffusi oggi giungono segnali incoraggianti, anche troppo. Questo il commento di Federconsumatori: “si prevede, infatti, ‘una sostenuta crescita’ del PIL italiano sia nel 2021 (+4,7%) sia nel 2022 (+4,4%) grazie al consolidamento del processo di ripresa dell’attività economica con una intensità crescente nei prossimi mesi. Sicuramente tale scenario è effetto dei piani avviati dal Governo per la ripresa, che iniziano a portare i primi risultati. Quello che troviamo ancora eccessivamente ottimista è il roseo quadro relativo ai consumi e all’andamento della domanda interna”. L’Istat ha stimato, infatti, una crescita della spesa delle famiglie del +3,6%.

A smorzare ogni ottimismo giungono, proprio oggi, i dati aggiornati relativi alla disoccupazione che segna un aumento del +9,8% nel 2021, nel 2022, si stima al +9,6%. “Livelli ancora estremamente elevati che, se non arginati, non lasciano ben sperare per la ripresa dei consumi e il miglioramento delle condizioni di vita delle famiglie”, prosegue in una nota Federconsumatori che conclude: “i dati dell’Istat in tal senso appaiono distorti dalle crescenti disuguaglianze sociali ed economiche che crescono nel Paese. Per questo continuiamo a chiedere al Governo l’adozione di pacchetti di misure volti, stavolta, al sostegno delle famiglie e non unicamente delle imprese, anche attraverso una più determinata lotta all’evasione fiscale e l’adozione di una tassazione straordinaria solo sui grandi patrimoni”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Istat, Federconsumatori: eccessivo ottimismo sulla ripresa dei consumi