Istat: calano pensionati, aumenta forbice Nord-Sud su assegni

(Teleborsa) – Nel 2017 i pensionati sono 16 milioni (-23mila rispetto al 2016, -738mila rispetto al 2008) e percepiscono in media un reddito pensionistico lordo di 17.886 euro (+306 euro sull’anno precedente). Le donne sono il 52,5% e ricevono in media importi annui di quasi 6mila euro più bassi di quelli degli uomini.

AUMENTA FORBICE NORD-SUD – Rispetto agli importi, continuano ad ampliarsi le differenze territoriali con il Mezzogiorno, come sempre, costretto ad inseguire: l’importo medio delle pensioni nel Nord-est è del 20,7% più alto di quello nel Mezzogiorno (18,2% nel 2016, 8,8% nel 1983, primo anno per cui i dati sono disponibili). Lo dice la fotografia scattata dall’Istat nel report “Condizioni di vita dei pensionati” relativo al biennio 2016-2017.

Nel periodo preso in considerazione – si legge ancora l’analisi dell’Istat – si confermano alcune tendenze in atto da alcuni anni: la progressiva diminuzione dei pensionati e dei percettori di pensione che risultano occupati, la riduzione del divario reddituale e il relativo miglioramento delle condizioni di vita delle famiglie con pensionati rispetto a quelle senza.

Continuano a scendere i percettori di pensione che risultano occupati (411mila nel 2017, da 432mila del 2016; -20,3% rispetto al 2011), uomini in tre casi su quattro.

Istat: calano pensionati, aumenta forbice Nord-Sud su assegni