IREN, via libera del CdA al progetto di integrazione con AMIU

(Teleborsa) – Via libera da IREN al progetto di integrazione con AMIU. Lo annuncia la multiservizi italiana che spiega che l’attuazione è comunque subordinata all’eventuale approvazione dello stesso da parte del Consiglio Comunale di Genova.

La delibera fa seguito alla manifestazione di interesse, espressa in data 30 settembre 2016 dal Gruppo, all’avviso esplorativo pubblicato dal Comune di Genova in data 8 agosto 2016.

L’obiettivo dell’operazione è quello di realizzare una partnership che consenta di ottimizzare il piano industriale di AMIU avviando il piano degli investimenti, migliorando le attuali performance di raccolta differenziata, recupero e riciclaggio al fine di conseguire gli obiettivi previsti dalla normativa vigente e lo sviluppo di nuove linee di business.

l progetto di aggregazione avverrà attraverso un aumento di capitale riservato al Gruppo IREN, da sottoscriversi in due fasi successive al verificarsi di alcune condizioni sospensive.

Nella prima fase, IREN potrà sottoscrivere una quota dell’aumento di capitale di 5,35 milioni di euro a seguito del quale acquisirà il 49% del capitale di AMIU, sulla base di un valore di AMIU ad oggi di 5,57 milioni di euro. In caso di proroga del contratto di servizio (che scade oggi al 2020) IREN sarà tenuta ad effettuare un ulteriore versamento di 11,8 milioni di euro per considerare il maggior valore della società alla luce della proroga, sulla base di un valore della società medesima di 17,85 milioni di euro.

Nella seconda fase, IREN potrà sottoscrivere, a determinate condizioni, un ulteriore quota dell’aumento del capitale per complessivi 22,58 milioni di euro, comprensivo di sovrapprezzo, a seguito del quale acquisirà il 69% del capitale di AMIU.

IREN, via libera del CdA al progetto di integrazione con AMIU