Iren investe nella startup ReMat attiva nel recupero del poliuretano

(Teleborsa) – Il Gruppo Iren investe in una startup innovativa torinese denominata ReMat, specializzata nel recupero del poliuretano e porta avanti così il suo piano di sviluppo dell’economia circolare.

“L’investimento in ReMat è coerente con la strategia di Multicircle Economy, introdotta da Iren e focalizzata sull’uso consapevole ed efficiente delle risorse e sulla gestione integrata della filiera dei rifiuti”, ha commentato il presidente di Iren Renato Boero.

Tramite la controllata Iren Ambiente è stato siglato un contratto di investimento che prevede un finanziamento tramite equity e convertible a sostegno della fase di acquisto e collaudo degli impianti per il recupero del poliuretano e del successivo avvio della produzione e commercializzazione del materiale riciclato. L’operazione si colloca all’interno di IrenUp, programma di Corporate Venture Capital del Gruppo Iren rivolto alle startup a più alto potenziale.

ReMat è stata fondata nel 2018 con l’obiettivo di rivoluzionare la filiera del poliuretano espanso, dato che sino ad oggi, gli scarti di poliuretano derivanti dalle lavorazioni industriali (automotive ed arredamento), così come i vecchi materassi, venivano prevalentemente smaltiti in discarica o conferiti ai termovalorizzatori.

L’innovativa linea produttiva di ReMat, che prederà il via entro poche settimane, recupererà scarti industriali di poliuretano e, prima in Italia, trasformerà un rifiuto – i materassi a fine vita – in materia prima seconda. Si stima infatti che in Italia ogni anno vengano dismessi circa 5 milioni di materassi, un quantitativo pari alla superfice di 1.600 campi da calcio.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Iren investe nella startup ReMat attiva nel recupero del poliuretano