Iran, in orbita primo satellite militare

(Teleborsa) – Salto di qualità della potenza militare iraniana destinato a “complicare” la situazione Medio orientale e internazionale in piena crisi globale per il coronavirus. Il primo satellite artificiale con funzioni militari della Repubblica islamica di Teheran realizzato nel Paese è infatti in orbita con successo a 425 chilometri dalla Terra. Lo hanno annunciato le “Guardie della Rivoluzione”, i cosiddetti Pasdaran

Il lancio è avvenuto oggi mercoledì 22 aprile, il giorno dopo il 41/o anniversario dell’istituzione del Corpo delle Guardie, si legge sul sito web dei pasdaran, Sepahnews.

Nour1, che in lingua iraniana significa “Luce”, è stato inviato dalla base di Ghased, nella parte centrale del deserto centrale dell’Iran, ed è stato posto in un’orbita a 425 km dalla Terra.

Il Corpo delle Guardie della Rivoluzione è composto da esercito, marina, aeronautica e forze speciali. Sotto il loro controllo è posta la milizia dei basij; quest’ultima è formata da personale volontario e conta 90.000 soldati attivi e 300.000 riservisti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Iran, in orbita primo satellite militare