Ipotesi “bad bank”, Commissione UE smentisce

(Teleborsa) – La Commissione UE non sta lavorando ad ipotesi di una band bank europea sullo smaltimento dei crediti deteriorati delle banche e afferma che su questo aspetto l’Unione dispone già di un “ampio armamentario di strumenti e regole”. Lo ha chiarito un Portavoce dell’esecutivo comunitario, Daniel Ferrie, interpellato su un articolo del Financial Times secondo cui la BCE avrebbe avviato discussioni su questa possibilità, incontrando la contrarietà della Commissione.

“Abbiamo visto articoli di stampa sulla cosiddetta band bank – ha precisato il Portavoce durante il briefing di metà giornata -. Confermiamo che la Commissione non sta lavorando a questo. Disponiamo già di un ampio armamentario di regole strumenti per intervenire sulla resilienza degli attori dei mercati finanziari. Ovviamente la Commissione continua a monitorare da vicino l’impatto del coronavirus sull’economia reale e sulla finanza” e in questo contesto su si tiene in contratto con la BCE e altre istituzioni”.

Il portavoce ha poi ricordato nel 2018 sempre la Commissione ha pubblicato un documento di linee guida su veicoli nazionali di gestione asset, finalizzati allo smaltimento di Npl (Non performing loans) delle banche.

(Foto: Cristof Echard – © Unione Europea)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ipotesi “bad bank”, Commissione UE smentisce