Intesa Sanpaolo, svelata l’opera La Totalità dell’artista Costas Varotsos a Torino

(Teleborsa) – Viene restituita oggi alla collettività l’opera “La Totalità” del Maestro Costas Varotsos collocata nella sua nuova sede all’interno del Giardino Grosa, zona verde a fianco al grattacielo Intesa Sanpaolo di corso Inghilterra 3, con l’obiettivo di rendere la scultura maggiormente visibile e fruibile al pubblico e di tutelare la sua conservazione.

Il progetto artistico e i relativi lavori di ricollocamento dell’opera, realizzati grazie al protocollo di intesa sottoscritto tra Città di Torino, Fondazione Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” e Intesa Sanpaolo, sono stati conclusi dopo il periodo di lockdown causato dall’emergenza sanitaria Covid-19, il cui riacutizzarsi in queste ultime settimane non ha permesso l’inaugurazione prevista nel mese della ContemporaryArt in presenza del pubblico, considerate le prescrizioni contenute nell’ultimo DPCM per la limitazione dei contagi.

Per mantenere nel tempo le caratteristiche, la funzionalità, l’efficienza e il valore della scultura è stato programmato un piano di manutenzione, che sarà sostenuto da Intesa Sanpaolo.

“Il restauro di quest’opera rappresenta un importante risultato ottenuto grazie alla sinergia tra la Città di Torino, Intesa Sanpaolo e il Centro per il Restauro della Venaria – spiega Francesca Leon, assessora alla Cultura della Città di Torino -. La Totalità, ricostruita utilizzando tecniche di costruzione e materiali tecnologicamente avanzati, che ne garantiscono la sicurezza e la resistenza alle intemperie, ritrova così il suo spazio in città. Un’opera che, in questo particolare momento, rappresenta un’esortazione a procedere con fiducia verso il futuro, nonostante le difficoltà, i contrasti e quel ‘vortice’ cui l’opera allude. Un’esortazione, allo stesso tempo, a non dimenticare il nostro retaggio storico e culturale, a non omettere dal nostro orizzonte di pensiero, quanto l’arte e la cultura siano parte fondamentale del patrimonio di civiltà dell’umanità”.

“Torino e l’arte contemporanea hanno una rilevanza sempre più importante nel Progetto Cultura di Intesa Sanpaolo – dichiara Michele Coppola, Executive Director, Arte Cultura e Beni Storici Intesa Sanpaolo -. La “restituzione” della scultura di Varotsos è un nuovo segno di attenzione verso la città e la valorizzazione dei suoi spazi, come i giardini attorno al grattacielo. La difesa dei capolavori d’arte, insieme al Centro del Restauro di Venaria, si accompagna ad azioni di promozione che guardano in particolare al contemporaneo. Lo dimostrano la recente presentazione del nuovo museo della Banca in Piazza San Carlo, che avrà come principale protagonista il mondo della fotografia, e l’avvio del dialogo con la prestigiosa fiera Artissima, in un’ottica di partnership tra pubblico e privato che mai come in questo momento è necessaria e doverosa”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Intesa Sanpaolo, svelata l’opera La Totalità dell’artista...