Intesa Sanpaolo, Piani di Incentivazione a Lungo Termine

(Teleborsa) – Intesa Sanpaolo avvia i Piani di Incentivazione a Lungo Termine, basati su strumenti finanziari, approvati dall’Assemblea tenutasi il 27 aprile 2018. Si tratta:
– il Piano di Incentivazione a Lungo Termine 2018-2021 POP (Performance-based Option Plan), destinato al Top Management, ai Risk Taker e ai Manager Strategici del perimetro italiano del Gruppo;
– il Piano di Incentivazione a Lungo Termine 2018-2021 LECOIP (Leveraged Employee Co-Investment Plan) 2.0, destinato alla generalità dei dipendenti, ivi intendendo i Professional e il Management del perimetro italiano del Gruppo, con l’eccezione del Top Management, dei Risk Taker e dei Manager Strategici destinatari del Piano POP.

Il Consiglio ha in particolare deliberato di esercitare la delega conferita dalla predetta Assemblea per un aumento di capitale, a favore dei dipendenti del Gruppo, funzionale all’attuazione del Piano di Incentivazione a Lungo Termine 2018-2021 LECOIP 2.0:
– a titolo gratuito per un importo massimo di 400.000.000 euro (inclusivo del sovrapprezzo), con emissione di massime numero 170.000.000 azioni ordinarie Intesa Sanpaolo;
– a pagamento – con esclusione del diritto d’opzione ai sensi dell’art. 2441, ottavo comma, del codice civile – per un importo massimo (inclusivo del sovrapprezzo), al netto di uno sconto di emissione, di 1.200.000.000 euro, con emissione di massime numero 555.000.000 azioni ordinarie Intesa Sanpaolo e applicando uno sconto massimo del 18,5% sul prezzo di mercato del titolo calcolato come la media dei prezzi osservati nei 30 giorni precedenti alla data di emissione.

L’avvio dei Piani di Incentivazione a Lungo Termine 2018-2021, e quindi anche dell’aumento di capitale al servizio del Piano LECOIP 2.0, è previsto per l’ 11 luglio 2018.

A seguito della delibera del Consiglio riguardante il Piano di Incentivazione a Lungo Termine 2018-2021 POP, Intesa Sanpaolo in data odierna ha firmato con J.P. Morgan un accordo di accollo liberatorio, con cui trasferisce a J.P. Morgan l’obbligo di consegna ai dipendenti del Gruppo Intesa Sanpaolo delle eventuali azioni ordinarie che saranno dovute alla scadenza delle opzioni POP e, conseguentemente, alla controparte stessa l’assunzione di tutti i rischi di volatilità del Piano.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Intesa Sanpaolo, Piani di Incentivazione a Lungo Termine