Intesa Sanpaolo, Open Banking: 2,3 milioni di utilizzi dal lancio

(Teleborsa) – Dal giugno 2019 a marzo 2021, l’Open Banking di Intesa Sanpaolo ha realizzato un totale di 2,3 milioni di utilizzi, “consentendo alle imprese clienti di operare con la Banca utilizzando direttamente le loro interfacce gestionali e di rendere estremamente più efficienti i processi con il recupero automatico dei loro dati, senza necessità di accedere al remote banking”. È quanto si legge in una nota dell’istituto di credito. “Open Banking ha messo direttamente in contatto i sistemi informativi delle aziende clienti di Intesa Sanpaolo con quello della Banca: il passaggio dall’interazione umana a quella tra macchine ha consentito di rendere più veloce, semplice e sicura una serie crescente di operazioni informative e dispositive”, prosegue la nota.

Il processo è reso possibile dalle Api (Application programming interface, un set di metodi standard di comunicazione che facilitano l’integrazione tra applicativi diversi), che permettono alle imprese di collegarsi ai sistemi della Banca e abilitare una serie di funzionalità, come la verifica intra-day o end-of-day delle informazioni sul saldo e della lista dei movimenti, il monitoraggio in tempo reale delle disponibilità, il controllo dei flussi di cassa, la gestione dell’attività giornaliera, la congruenza dell’IBAN di un cliente o di un fornitore e la disposizione di un bonifico istantaneo. IBAN Check è l’Api più utilizzata, con oltre 2 milioni di ‘chiamate’, ricevute anche da PagoPa per il servizio impiegato dalla Pubblica Amministrazione nell’erogazione dei benefici economici e fiscali previsti dai decreti dedicati all’emergenza Covid e al Cashback.

IBAN Check verifica un IBAN in tempo reale, appurando che il conto o la carta associati a tale codice siano attivi e coincidano con il codice fiscale o la partita Iva dell’intestatario. Grazie alla recente implementazione di Open Banking, IBAN Check è divenuto IBAN Check Multibanca, permettendo la verifica anche di IBAN di altre banche, assicurando ai clienti Intesa Sanpaolo un ulteriore prezioso strumento di controllo. “IBAN Check Multibanca dà riscontri in tempo reale, favorendo lo snellimento dei processi interni dell’azienda, migliorando l’efficienza e minimizzando episodi di insolvenza e frode, grazie al controllo della congruità dei dati che facilita la gestione dei fornitori e dei pagamenti”, spiega

“Con il servizio Open Banking abbiamo rivoluzionato le relazioni tra banca e imprese, passando da un’interazione asincrona tra interfacce utenti diverse a una sincrona tra sistemi diversi, ma con un’unica interfaccia, quella di ciascuno dei nostri clienti – ha spiegato Stefano Favale, Responsabile della Direzione Global Transaction Banking della Divisione IMI Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo – Open Banking snellisce, facilita e velocizza diverse operazioni che le imprese compiono più e più volte al giorno e consente di creare soluzioni su misura, garantendo una flessibilità assoluta”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Intesa Sanpaolo, Open Banking: 2,3 milioni di utilizzi dal lancio