Intesa Sanpaolo: “massima collaborazione” con antitrust per indagine RBM Salute

(Teleborsa) – Intesa Sanpaolo “sta prestando la massima collaborazione” all’Antitrust nell’istruttoria avviata dall’authority nei confronti di Intesa Sanpaolo RBM Salute e Previmedical.

“La società evidenzia che il periodo oggetto delle contestazioni, luglio 2018 – luglio 2020, è antecedente all’acquisto di RBM Salute, concretizzatosi lo scorso 11 maggio 2020 e che da tale data sono state messe in atto misure concrete, volte ad allineare la qualità del servizio offerto agli assicurati agli elevati standard propri dell’intero Gruppo Intesa Sanpaolo”, ha reso noto il gruppo bancario italiano in una nota.

Questi interventi, ha sottolineato la banca, hanno contribuito a far sì che “il numero dei reclami ricevuti nei primi nove mesi del 2020, pari allo 0,07% degli assicurati, sia risultato in calo rispetto agli anni precedenti, in particolare quasi dimezzato rispetto al corrispondente periodo del 2018″.

Secondo il procedimento istruttorio dell’Antitrust, Intesa Sanpaolo RBM Salute e Previmedical avrebbero svolto una pratica commerciale aggressiva, consistente in condotte e omissioni volte a ostacolare l’esercizio dei diritti che derivano dal rapporto contrattuale, inducendo i consumatori/assicurati a rinunciare alle prestazioni economiche e assistenziali cui avrebbero diritto.

(Foto: © Roman Babakin/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Intesa Sanpaolo: “massima collaborazione” con antitrust pe...