Intesa Sanpaolo, il Terzo settore al digital tour “Imprese vincenti”

(Teleborsa) – Continua il digital tour “Imprese Vincenti 2020”, il programma di Intesa Sanpaolo per la valorizzazione delle piccole e medie imprese italiane. Novità dell’edizione 2020, in programma oggi, la tappa dedicata in via esclusiva alle “Imprese dell’Economia del Bene Comune”.

“La creazione di una tappa per le imprese sociali – spiega Intesa Sanpaolo in una nota – vuole accendere il faro su un settore che gioca un ruolo fondamentale nella comunità, ruolo i cui effetti mai come in questo difficile periodo emergono con tanta evidenza. Le imprese vincenti del Terzo Settore fanno vincere tutti: i beneficiari dei loro servizi, le comunità di riferimento e in definitiva la società nel suo complesso. Inserirle nel programma di valorizzazione Imprese Vincenti significa riconoscere il loro contributo all’economia del Paese ed esporle al dialogo con il mondo profit per uno scambio da cui entrambi i mondi traggono beneficio e occasione di crescita”. Un’occasione per l’Istituto di sottolineare il proprio impegno in questo comparto con – forte dell’eredità di Banca Prossima, oggi incorporata nel Gruppo con la Direzione Impact, guidata da Marco Morganti – “100mila clienti e oltre 400 persone dedicate in via esclusiva”.

Come nei precedenti appuntamenti, saranno presentate 12 Imprese Vincenti che racconteranno la propria esperienza e il percorso di crescita che stanno affrontando. Le imprese non profit selezionate, suddivise in due macro-categorie (inclusione, educazione/formazione; e assistenza socio-sanitaria), sono accomunate – si legge nella nota – da alcuni punti di forza come la resilienza al difficile contesto causato dal Covid-19; la formazione e la valorizzazione del capitale umano, elemento che le caratterizza; la sostenibilità rispetto alle ricadute sul territorio e anche dal punto di vista finanziario, grazie a una proficua collaborazione con il settore profit; l’utilizzo delle differenti leve di business a loro disposizione per avere un impatto sociale rilevante per i cittadini, specie in ambito socio-sanitario.

“Le Imprese Vincenti dell’Economia del Bene Comune che partecipano oggi – sottolinea Morganti – sono state individuate sulla base di diversi fattori che le rendono vincenti non solo dal punto di vista della propria attività, ma anche per le ricadute positive nel contesto in cui operano: dalle persone e territori che beneficiano dei loro servizi, all’impatto più in generale sulla società nel suo complesso. La crescita del Terzo settore passa anche dalla leva del credito, il nostro modello, unico in Italia e forse in Europa, permette alle organizzazioni non profit di crescere creando valore per la collettività. Inserire le organizzazioni non profit nella tappa di Imprese Vincenti significa riconoscere questo valore e in generale il contributo che il Terzo Settore porta allo sviluppo economico del Paese”.

Nella tappa odierna per la categoria inclusione, educazione/formazione si sono presentate: Edu.Care cooperativa sociale; Cometa Formazione cooperativa sociale; Coop Noncello cooperativa sociale e onlus; Asterisco cooperativa sociale; Itaca cooperativa sociale; Betania cooperativa sociale. Per la categoria assistenza socio-sanitaria: cooperativa sociale P.G. Frassati onlus; cooperativa sociale Il Bettolino; Lai-Momo cooperativa sociale; Arke cooperativa sociale; Universiis cooperativa sociale; Il Gabbiano cooperativa sociale onlus.

Lanciato a gennaio e giunto alla seconda edizione, “Imprese Vincenti” ha raccolto quest’anno sul proprio sito l’autocandidatura di circa 4mila imprese, rispondenti ai requisiti richiesti per poter partecipare al programma. Ne sono state selezionate 144, attive in vari settori produttivi incluso il Terzo settore, dove si sono candidate 150 organizzazioni, associazioni, imprese sociali, cooperative sociali, fondazioni, da tutta Italia. Partner del progetto sono Bain&Company, Elite e Gambero Rosso e, da quest’anno, Cerved e Microsoft Italia.

Il percorso di “Imprese Vincenti 2020” si concluderà a fine novembre, con un forum finale dedicato alle Pmi dove è stata inclusa anche una impresa sociale per un proficuo dialogo tra i due mondi profit e non profit.

(Foto: © Piotr Trojanowski/123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Intesa Sanpaolo, il Terzo settore al digital tour “Imprese vince...