Intesa Sanpaolo, Gros-Pietro: “Patrimonio solido”

(Teleborsa) – “Dietro i crediti deteriorati ci sono soprattutto imprese in difficoltà e il nostro obiettivo è riportare in bonis queste imprese”. E’ l’obiettivo illustrato dal Presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro, nel corso dell’audizione alla commissione Finanze della Camera, nell’ambito dell’indagine sui rapporti tra banche e clientela.

“Siamo favorevoli alla riduzione dei crediti deteriorati, ma nei limiti del possibile non intendiamo cedere tali crediti a investitori speculativi”, ha rilanciato il top manager che ha ribadito l’impegno del suo istituto volto a riportare in bonis circa 40 mila aziende in due anni.

Gros-Pietro ha citato alcuno numeri che certificano la solidità patrimoniale dell’istituto. Come la copertura al 47% dei crediti deteriorati e il Cet1 è al 12,6% rispetto al 9,5% richiesto dalle regole di Basilea 3. Il patrimonio dell’istituto è 47 miliardi di euro e la liquidità disponibile ammonta a 69 miliardi, più altri 61 miliardi di attivi liquidi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Intesa Sanpaolo, Gros-Pietro: “Patrimonio solido”