Intesa Sanpaolo, anche Bazoli smentisce rumors su Unicredit

Il Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Intesa Sanpaolo si prepara a lasciare la banca milanese. Lo si è intuito proprio dalle parole di Giovanni Bazoli, nel corso di un intervento per il restauro della casa di Alessandro Manzoni, dove si è lasciato sfuggire: “Quando iniziai la mia avventura milanese, che sta per finire…”.

La banca ha recentemente varato un cambio della governance, abbandonando il modello duale ed optando per quello monistico di tipo anglosassone, che prevede un solo CdA, nel quale non è chiaro se Bazoli avrà un ruolo. 

Bazoli, poi, ha parlato anche dei piani futuri di Intesa Sanpaolo, aprendo anche alla possibilità di acquisizioni in Europa, ma non in Italia. Questa precisazione fa seguito alla secca smentita dell’Ad Carlo Messina riguardo le ipotesi di una maxi fusione con Unicredit. 

“Non ha senso un progetto di integrazione, di acquisizione di banche italiane”, ha precisato il Presidente Bazoli, che proprio a proposito di una integrazione con Unicredit ha detto “E’ un progetto che non sta né in cielo né in terra”. Il banchiere ha anche spiegato le ragioni di questa opinione, facendo un accenno all’italianità di Intesa ed al principio di concorrenza, che verrebbe a cadere se le due maggiori banche italiane per dimensione si riunissero.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Intesa Sanpaolo, anche Bazoli smentisce rumors su Unicredit