Intel, utili e ricavi a doppia crescita. Cauto l’outook

(Teleborsa) – Si muove al ribasso il titolo Intel, che passa di mano in perdita del 2,96%, nonostante i buoni risultati del primo trimestre 2020.

Il produttore di chip ha chiuso il periodo con ricavi pari a 19,8 miliardi di dollari, in aumento del 23,5% rispetto ai 16,1 miliardi dell’analogo periodo del 2018, mentre l’utile rettificato è balzato 1,45 dollari per azione, in crescita del 63% rispetto agli 89 centesimi dell’anno precedente. Gli analisti si aspettavano un EPS di 1,27 dollari e ricavi per 18,7 miliardi.

Nel secondo trimestre, tuttavia, è atteso un calo delle performance, sulla significativa incertezza economica del periodo legato alla pandemia globale del coronavirus. Intel prevede una contrazione delle entrate a 18,5 miliardi, con un margine operativo non GAAP del 30% ed un utile per azione di circa 1,10 dollari.

L’analisi settimanale del titolo rispetto al Dow Jones mostra un cedimento rispetto all’indice in termini di forza relativa del principale produttore di chip, che fa peggio del mercato di riferimento.

Il grafico a breve di Intel mostra un trend moderatamente positivo con area di resistenza identificabile a quota 57,93 USD e supporto stimato a quota 56,37. Le implicazioni tecniche propendono per un’evoluzione del trend al rialzo con primo ostacolo a quota 59,49.

(Foto: Pentium ©INTEL)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Intel, utili e ricavi a doppia crescita. Cauto l’outook