Intel ignora l’upgrade di Macquarie Research

(Teleborsa) – Sostanzialmente appiattita sui valori precedenti la seduta del principale produttore di chip, che sta facendo un moderato +0,17%. Il titolo ignora la promozione a “outperform” da “neutral” decisa dagli analisti di Macquarie Research.

L’analisi del titolo eseguita su base settimanale mette in evidenzia la trendline rialzista di Intel più pronunciata rispetto all’andamento del Dow Jones. Ciò esprime la maggiore appetibilità verso il titolo da parte del mercato.

Lo scenario di medio periodo è sempre connotato negativamente, mentre la struttura di breve periodo mostra qualche miglioramento, per la tenuta dell’area di supporto individuata a quota 29,81 dollari USA. Il movimento positivo di breve è indicativo di una potenziale inversione del trend ribassista, con possibili tentativi di aggressione dei prezzi verso l’importante area di resistenza stimata a quota 30,12. E’ concreta quindi la possibilità di una continuazione della fase rialzista verso quota 30,43.

Le indicazioni non costituiscono invito al trading.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Intel ignora l’upgrade di Macquarie Research