Inps, Tridico: “Impegno a lavorare a forma di reddito minimo”

(Teleborsa) – “Lavoreremo a una forma di reddito minimo” diverso rispetto ai vincoli che caratterizzano il Reddito di Cittadinanza. Lo ha detto il Presidente dell’Inps Pasquale Tridico parlando a una tavola rotonda del Convegno The State of the Union in corso a Villa Salviati a Firenze.

Tridico ha parlato della possibilità per il futuro di “un reddito incondizionato di base” e poi ha fornito dati sul Reddito di cittadinanza che ha rappresentato “un passo avanti molto importante, qualcosa che mancava nel sistema previdenziale, uno strumento per contrastare la povertà”.

CONSIDERARE IDEA RIDUZIONE LAVORO – “Dovremmo considerare seriamente l’idea di una riduzione dell’orario del lavoro, credo che la questione debba essere considerata anche in Italia”, ha proseguito. Un argomento sul quale Tridico si era espresso poco tempo fa. Lavorare meno, lavorare tutti. “La riduzione dell’orario di lavoro, a parità di salario, può funzionare come leva per ridistribuire ricchezza e aumentare l’occupazione”.

LA RICETTA DI TRIDICO – “In Italia siamo fermi all’ultima riduzione dell’orario dal 1969, non ci sono riduzioni da 50 anni e andrebbe fatta. Gli aumenti di produttività vanno distribuiti o con salario o con un aumento del tempo libero. Con questa riduzione aumenterebbe l’occupazione”, aveva detto lo scorso aprile durante la lezione inaugurale dell’anno accademico 2018-2019 del Master in Economia della Sapienza, dal titolo: “Le diseguaglianze nel capitalismo finanziario”.

Inps, Tridico: “Impegno a lavorare a forma di reddito minim...