Inps, impennata di richieste per cassa integrazione a luglio

(Teleborsa) – Segali poco incoraggianti quelli provenienti dal fronte del lavoro nel nostro Paese. Secondo quanto reso noto dal report di agosto pubblicato dall’INPS, il ricorso da parte delle imprese italiane alla cassa integrazione dei propri dipendenti è aumentato in maniera rilevante, nel mese di luglio di quest’anno. Nel periodo analizzato infatti il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate è stato pari a 19,1 milioni, in aumento del 33,5% rispetto allo stesso mese del 2018 dove si erano fermate a 14,3 milioni.

Nel dettaglio il rialzo delle richieste si rileva soprattutto in quella straordinaria, dove il numero di ore autorizzate a luglio è stato pari a 10 milioni – di cui 3,7 milioni per solidarietà – in crescita del 50,2% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, che registrava 6,7 milioni di ore autorizzate. Gli interventi in deroga sono stati pari a circa 184 mila ore autorizzate a luglio registrando un’impennata del 317,5% se raffrontati con lo stesso mese del 2018, nel quale erano state autorizzate circa 44 mila ore. La variazione congiunturale registra un decremento pari al 70,8%.

Anche le ore di cassa integrazione ordinaria autorizzate hanno subito un incremento a 8,8 milioni. Un anno prima, nello stesso periodo, erano state 7,6 milioni: di conseguenza, la variazione tendenziale è pari a +17%. In particolare, la variazione su base annuale è stata pari a +38,2% nel settore Industria e -34,1% nel settore Edilizia mentre la variazione mensile vede un incremento pari al 9%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Inps, impennata di richieste per cassa integrazione a luglio