Infrastrutture, MIT: entro 1° settembre monitoraggio su opere già censite

(Teleborsa) – Il check up su strade, autostrade e dighe avviato dal Governo lo scorso 16 agosto è solo il primo di una serie di revisioni sullo stato di salute delle infrastrutture in Italia. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha chiesto infatti che concessionari, gestori, enti locali e altri committenti “segnalino gli interventi da loro censiti come necessari a rimuovere condizioni di rischio già accertate e asseverate”.

Il termine del 1 settembre prossimo, precisa il MIT in una nota, “consegue alla circostanza che i destinatari dell’azione dovrebbero già disporre delle informazioni richieste, in ragione della necessità di agire nel più breve tempo possibile, lì dove si ravvisino delle criticità”.

“Nell’ambito di questa prima azione di monitoraggio, cui seguiranno delle altre, il Ministero quindi sta interloquendo direttamente con gestori, concessionari e altri committenti”, si legge ancora.

Infrastrutture, MIT: entro 1° settembre monitoraggio su opere già&nb...