Infrastrutture, l’ANCE presenta un piano da 30 miliardi per il rilancio

(Teleborsa) – Il settore dell’edilizia torna a sollecitare il rilancio delle infrastrutture, con investimenti stimati in 30 miliardi nell’arco di 3 anni. E’ quanto indicato oggi dall’associazione dei costruttori ANCE, nel corso dell’assemblea annuale, dove è stato presentato un piano contenente cinque priorità.

“Quello che serve oggi è un grande piano di sviluppo industriale e infrastrutturale capace di rinnovare in profondità il Paese”, ha detto il presidente, Claudio De Albertis, ricordando che l’Italia ha un ritardo decennale nella dotazione di infrastrutture e che queste consentirebbero di dare un impulso alla produttività ed all’occupazione. 

Le cinque priorità proposte dall’ANCE sono: manutenzione e miglioramento delle infrastrutture esistenti; riqualificazione degli edifici scolastici; realizzazione del piano pluriennale di riduzione del rischio idrogeologico; investimento sui beni culturali e sul turismo, soprattutto al Mezzogiorno, recupero e risanamento delle periferie. Per queste ultime l’ANCE stima che servirebbero almeno 5 miliardi.

Secondo l’associazione, attuare questo piano consentirebbe di incrementare gli investimenti in costruzioni dell’1,1% nel 2017, rispetto a un calo dell’1,2% stimato se la situazione dovesse rimanere invariata, proprio a causa del termine degli incentivi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Infrastrutture, l’ANCE presenta un piano da 30 miliardi per il r...