Infrastrutture, Gentiloni: UE deve mobilitare 3.000 miliardi, ruolo enti locali cruciale

(Teleborsa) – L’UE avrà bisogno di investimenti addizionali per 400 miliardi di euro su trasporti ed infrastrutture per centrare gli obiettivi 2030 di riduzione delle emissioni. Lo ha affermato il Commissario europeo all’Economia Paolo Gentiloni, alla conferenza del D20 Long-Term Investors Club organizzata da CDP.

Significa – ha precisato – che gli investimenti totali “assommano a circa 3.000 miliardi di euro” ed implica che “mobilitare i privati è cruciale se vuoi raggiungere questi obiettivi”.

Per Gentiloni i fondi sovrani e le banche pubbliche, come CDP, hanno “un ruolo strategico” per convogliare i capitali dei privati, ma il successo dei PNRR passa anche per gli enti locali e regionali, che sono “responsabili di oltre la metà degli investimenti pubblici nell’Ue”. Per questo l’Europa continuerà “a incoraggiare tutti gli Stati membri a coinvolgere gli enti locali e regionali”.

Gentiloni ha affermato “la nostra strategia è di finanziare l’economia verde e rendere più verde la finanza” e farlo “in modo equo, senza lasciare indietro nessuno”. L‘Europa “può dare il buon esempio” e mantenere la sua leadership raggiungere i target dell’Accordo di Parigi – ha sottolineato – ma “rappresenta solo il 7% delle emissioni globali” e quindi è necessario “uno sforzo globale”. La Cop26 di Glasgow “sarà il momento della verità”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Infrastrutture, Gentiloni: UE deve mobilitare 3.000 miliardi, ruolo en...