Industria, gli imprenditori stimano una frenata dell’attività

(Teleborsa) – L’attività industriale italiana registrerà una flessione dello 0,1%, nel mese di novembre, rispetto a ottobre, quando, secondo i dati dell’ISTAT, c’è stato un progresso dello 0,5% su settembre. 

E’ quanto stima il Centro Studi di Confindustria (CSC) rilevando che nel quarto trimestre 2015 la variazione congiunturale acquisita è di +0,5% (+0,4% nel terzo trimestre sul secondo).

Da quando è iniziata la risalita l’attività ha recuperato il 2,8%.

Il netto miglioramento delle indagini qualitative condotte, in novembre, presso le imprese manifatturiere, spiegano gli addetti ai lavori di Viale dell’Astronomia, suggerisce che l’indagine del CSC possa avere “sottostimato l’andamento della produzione in quel mese”. Secondo i direttori degli acquisti (indagine PMI Markit) l’attività, infatti, è aumentata ad un passo più veloce rispetto al mese precedente (indice a 56,8, +1,5 su ottobre); è, inoltre, più forte anche l’espansione degli ordini per il rafforzamento di entrambe le componenti della domanda: quella estera, in particolare, ha accelerato rispetto ad ottobre grazie alle maggiori commesse da USA, UK e Asia orientale.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Industria, gli imprenditori stimano una frenata dell’attivit&agr...