Industria 4.0, Boccia rivendica la paternità della riforma clou per le imprese

(Teleborsa) – “Industria 4.0 è l’essenza dell’industria italiana, ha tanti padri, ma la madre siamo noi”. Così il Presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, sul palco dell’assemblea di SMI – Sistema Moda italia, rivendicando il primato della riforma.

Il numero uno dell’associazione imprenditoriale ha citato anche una massima dei latini “mater semper certam pater numquam” a sottolineare la sua affermazione, aggiungendo che se si “rimuovono” Industria 4.0 e Jobs Act si “si depotenzia la crescita del paese”

Boccia ha ricordato anche che “siamo la seconda industria europea dopo la Germania, ma solo il 30% dei connazionali lo sa” ed ha sottolineato che l’industria italiana, anzi, è prima al mondo “perché sfideremmo chiunque ad essere al secondo posto con il deficit di competitività che abbiamo oggi”.

Boccia ha così toccato il delicato tema delle infrastrutture, affermando che “non possono essere oggetto di scontro ideologico” e sottolineando che “sono l’idea di una società aperta, inclusiva”. “Chi è contro di loro (infrastrutture, N.d.r.) è contro quest’idea” ha detto Boccia, aggiungendo “dobbiamo essere competitivi anche fuori dai cancelli delle nostre fabbriche”.

Il numero uno dell’associazione di Viale dell’Astronomia è intervenuto anche su tematiche politiche attinenti alle elezioni. A proposito dell’antieuropeismo dei partiti arrivati primi alle elezioni ha detto che “si deve trasformare in riformismo europeista” e riguardo al reddito di cittadinanza ha espresso perplessità relativamente al nodo del deficit

Industria 4.0, Boccia rivendica la paternità della riforma clou per l...