Inclusione, è un diritto fondamentale assegnare tutte le ore di sostegno ad insegnanti specializzati

(Teleborsa) – Importante la sentenza del TAR del Lazio sul tema dell’inclusione scolastica, che vede il sindacato Anief di nuovo impegnato con l’iniziativa “Non un’ora di meno”, per garantire a tutti gli alunni con un handicap certificato e grave, ex comma 3 articolo 3 della Legge 104, la possibilità di avere un insegnante specializzato.

“Una sentenza molto importante”, commenta il Presidente del sindacato Marcello Pacifico, ricordando che il TAR del Lazio stabilisce che tutte le novità introdotte dai decreti delegati della legge 107, sul profilo di funzionamento, sulla certificazione stessa, sul progetto educativo individuale, devono essere introdotte soltanto quando l’alunno passa da un grado di istruzione all’altro, proprio per garantire una certa continuità col percorso precedente e senza ledere il diritto all’inclusione”.

“E’ importante anche segnalare nel PEI il numero delle ore necessarie all’alunno – ricorda Pacifico – perché è meglio essere più precisi per garantire questi diritti. Laddove le ore necessarie non siano scritte nel PEI, sarà competenza del giudice valutare i rapporti delle commissioni istituite dentro le scuole e cercare di capire quante ore effettivamente occorrono all’alunno”.

“Invitiamo quindi tutti i dirigenti scolastici a controllare il PEI e tutte le famiglie a ricorrere al TAR per ottenere tutte le ore assegnate, come ribadito anche dalla Corte costituzionale undici anni fa, quando ha affermato che il diritto ad avere un insegnante specializzato è uno dei diritti fondamentali di tutti i nostri alunni”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Inclusione, è un diritto fondamentale assegnare tutte le ore di soste...