Incidente ferroviario, RFI e sindacati ribadiscono importanza della sicurezza

(Teleborsa) – Dopo l’incidente ferroviario avvenuto ieri sera, 23 maggio, nel Torinese in cui ci sono state due vittime e 23 feriti, Rete Ferroviaria Italiana ha incontrato le Organizzazioni sindacali FILT/CGIL, FIT/CISL, UILT/UIL, UGL TAF, FAST CONFSAL.

In attesa delle conclusioni delle indagini in corso e nel pieno rispetto del lavoro dell’Autorità giudiziaria, l’Azienda e le Organizzazioni sindacali hanno condiviso e ribadito l’importanza della sicurezza come obiettivo di tutti i processi produttivi della Società.

Nel corso della riunione, RFI ha espresso il cordoglio per il decesso del macchinista del treno Regionale 10027 e la vicinanza ai passeggeri feriti e ai loro familiari.

Intanto, nel primo pomeriggio è stata riattivata la circolazione ferroviaria fra Ivrea e Aosta. RFI ha informato che le operazioni di rimozione delle carrozze del treno deragliato inizieranno solo dopo il nulla osta dell’Autorità Giudiziaria, così da avviare i lavori di ripristino dell’infrastruttura ferroviaria e definire il cronoprogramma dei lavori per riprendere la circolazione ferroviaria in sicurezza anche fra Chivasso e Ivrea.

 

 

Incidente ferroviario, RFI e sindacati ribadiscono importanza della&nb...