Inchiesta Petrolio, Ministro Galletti: “Tempa Rossa opera strategica”

(Teleborsa) – “E’ in corso l’esame del provvedimento che istituisce un sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente, finalizzato ad armonizzare da un punto di vista qualitativo e quantitativo le attività delle agenzie sul territorio, nonché a realizzare un sistema integrato di controlli coordinati da Ispra”. E’ così che il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha risposto durante il Question  Time alla Camera ad un’ interrogazione a risposta immediata dell’onorevole Taglialatela  di FDI-AN che portato all’attenzione del Ministro gli “illeciti nella gestione dei reflui petroliferi legate al Centro Olii di Viggiano di ENI.

“Sulla base delle informazioni acquisite – ha continuato Galletti-  auspico che il Parlamento porti avanti con il massimo della determinazione questa iniziativa legislativa al fine di poter avere quanto prima il nuovo sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente, finalizzato ad armonizzare da un punto di vista qualitativo e quantitativo le attività delle agenzie sul territorio, nonché a realizzare un sistema integrato di controlli coordinati da Ispra.

Il Ministro durante il Question Time ha dato anche una  risposta all’onorevole  Scotto ( SI SEL) che ha portato all’attenzione di Galletti le “Problematiche ambientali Tempa Rossa.

“L’opera in questione – ha precisato Galletti è ritenuta strategica dal governo. Da tutto il governo. E condivido profondamente questa scelta. L’attenzione nei confronti dei profili ambientali è caratterizzata da alta competenza tecnica, dalla massima visibilità e responsabilità politica, nonché – e non si tratta di un profilo di secondo piano – da un metro unitario in grado di assicurare parità di trattamento tra le diverse parti d’Italia. 

A me pare – ha concluso il Ministro- che in questi giorni si stiano confondendo strumentalmente ruoli e funzioni.

La magistratura sta facendo il suo lavoro e accerterà eventuali responsabilità. Chi ha sbagliato va punito: questa è la linea del Governo, in questo e in tutti gli altri casi. Un ministro ha ritenuto di dimettersi per una telefonata inopportuna.
Abbiamo apprezzato il gesto, così diverso dai comportamenti del passato. E chi parla di Governo inquinatore e amico degli inquinatori fa finta di dimenticare che siamo stati noi, dopo decenni, a portare a termine quella svolta di civiltà che sono gli ecoreati nel codice penale. Che siamo fra i Paesi con la più alta percentuale di rinnovabili in Europa. Che sulla green economy diamo lezioni agli altri Stati, non ne prendiamo. Questi sono fatti”.

n

Inchiesta Petrolio, Ministro Galletti: “Tempa Rossa opera strate...