Inarcassa, approvato Bilancio 2020: avanzo di 485 milioni

(Teleborsa) – Il Comitato Nazionale dei Delegati di Inarcassa ha approvato, nella riunione del 29 e 30 aprile 2021, il Bilancio consuntivo per l’esercizio 2020. “Nonostante l’anno sia universalmente riconosciuto come il peggiore di sempre per i cittadini di tutto il mondo – dichiara il Presidente Giuseppe Santoro – con il Consuntivo 2020 confermiamo la solidità del sistema Inarcassa, che consegna al Patrimonio dell’Associazione 485 milioni di euro. Un risultato che tiene conto dei 108 milioni di euro destinati agli interventi straordinari di sostegno agli associati per l’emergenza da Covid-19 e che, in considerazione degli impatti della crisi sull’economia mondiale, non era affatto scontato”.

A fine dicembre il patrimonio di Inarcassa a valori correnti di mercato è tornato stabilmente sopra i livelli di inizio anno, attestandosi a 11,8 miliardi di euro, per poi raggiungere e superare i 12 miliardi di euro a fine gennaio 2021. “Un dato che testimonia, al contempo – continua Santoro – la lealtà contributiva degli associati e l’impegno a tutela del risparmio previdenziale dell’attuale e delle future generazioni”. Esito dovuto anche al crescente livello di attenzione sui temi della sostenibilità affiancando, all’integrazione degli aspetti ESG nelle decisioni di investimento, profili di controllo del rischio.

Il 2020 chiude con una platea – in leggero aumento rispetto al 2019 – di 168.981 associati, cui la Cassa garantisce assistenza, tutela sociale e sostegno alla professione, e 38.714 pensionati. Dal lato delle entrate, i dati di questo Bilancio di esercizio non hanno risentito significativamente dell’emergenza pandemica, che nella primavera dello scorso anno ha causato il blocco totale dell’attività produttiva. I contributi soggettivi e integrativi da conguaglio del 2020 sono commisurati a redditi e fatturati prodotti nel 2019, che hanno registrato una dinamica positiva.

Redditi e Volumi d’affari professionali degli iscritti alla Cassa infatti, nel 2019, conseguono per il terzo anno consecutivo buoni risultati: il tasso di crescita fa registrare un aumento del 4,8% per il monte redditi e del 4,1% per il volume d’affari totale. Il gettito contributivo nell’anno è stato pari a 1.193 milioni di euro, mentre le prestazioni istituzionali hanno raggiunto gli 888,5 milioni di euro. Il Saldo della gestione previdenziale è risultato nel 2020 pari a 279 milioni di euro, in riduzione di quasi il 30% rispetto al dato dello scorso anno, dinamica negativa legata principalmente all’introduzione delle nuove prestazioni assistenziali a favore degli associati per fronteggiare l’emergenza sanitaria da Covid-19.

“Nell’esercizio del ruolo sussidiario che ci è proprio – conclude il Presidente – abbiamo finanziato, in termini di anticipazioni, i sostegni attivati dallo Stato ma, al tempo stesso, siamo convinti della necessità di superare l’ottica emergenziale in favore di una visione sistemica, orientata al potenziamento degli ambiti connessi alla valorizzazione del territorio, alla riqualificazione ambientale e allo sviluppo sostenibile del Paese. Preferiamo il debito produttivo dell’investimento a quello improduttivo del sussidio, fine a sé stesso”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Inarcassa, approvato Bilancio 2020: avanzo di 485 milioni