In rosso Wall Street nel giorno della Fed

(Teleborsa) – Partenza al ribasso per la borsa di Wall Street, nel giorno in cui la Federal Reserve di Jerome Powell annuncerà la propria decisione sui tassi, che dovrebbero essere lasciati invariati attorno allo zero. Le vendite generalizzate seguono l’andamento negativo dei mercati europei in scia ai ritardi sull’approvvigionamento di vaccini, in Europa e non solo, mentre preoccupano i contagi in vari Stati.

Prosegue intanto la stagione delle trimestrali con Microsoft che a mercati chiusi ha alzato il velo sui conti del quarto trimestre.

Sulle prime rilevazioni, il Dow Jones mostra una flessione dell’1,17%; sulla stessa linea, perde terreno l’S&P-500, che retrocede a 3.793 punti, ritracciando dell’1,47%. Depresso il Nasdaq 100 (-1,63%); con analoga direzione, variazioni negative per l’S&P 100 (-1,25%).

Nell’S&P 500, non si salva alcun comparto. In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti materiali (-2,92%), telecomunicazioni (-1,81%) e sanitario (-1,75%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Walgreens Boots Alliance (+8,42%), 3M (+1,67%) e Microsoft (+0,97%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su DOW, che ottiene -3,73%.

In caduta libera Walt Disney, che affonda del 3,47%.

Pesante Boeing, che segna una discesa di ben -3,14 punti percentuali.

Seduta drammatica per Goldman Sachs, che crolla del 2,99%.

Al top tra i colossi tecnologici di Wall Street, si posizionano Bed Bath & Beyond (+30,08%), Sirius XM Radio (+6,87%), Twenty-First Century Fox (+5,87%) e FOX (+5,39%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Xilinx, che ottiene -8,55%.

Sensibili perdite per Baidu, in calo del 5,55%.

In apnea Nxp Semiconductors N V, che arretra del 5,27%.

Tonfo di Fiserv, che mostra una caduta del 4,14%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In rosso Wall Street nel giorno della Fed