In rosso Wall Street

(Teleborsa) – Giornata “no” per la Borsa USA, con gli investitori ancora una volta spaventati da un brusco ritorno dell’inflazione negli USA. In flessione dello 0,89% sul Dow Jones, mentre, al contrario, rimane ai nastri di partenza l’S&P-500 (New York), che si posiziona a 3.835 punti, in prossimità dei livelli precedenti. In rialzo il Nasdaq 100 (+1,15%); sui livelli della vigilia l’S&P 100 (+0,19%).

In buona evidenza nell’S&P 500 i comparti informatica (+1,32%), telecomunicazioni (+0,94%) e beni di consumo secondari (+0,61%). Tra i più negativi della lista del paniere S&P 500, troviamo i comparti energia (-2,15%), finanziario (-1,22%) e beni di consumo per l’ufficio (-0,94%).

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Microsoft (+1,93%), Apple (+1,91%), United Health (+1,72%) e Intel (+0,90%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Chevron, che prosegue le contrattazioni a -2,33%.

Vendite a piene mani su Procter & Gamble, che soffre un decremento del 2,17%.

Pessima performance per Exxon Mobil, che registra un ribasso del 2,17%.

Preda dei venditori DOW, con un decremento del 2,04%.

Tra i best performers del Nasdaq 100, Tripadvisor (+11,98%), Altera (+5,43%), Moderna (+4,30%) e Applied Materials (+4,17%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Stericycle, che prosegue le contrattazioni a -3,41%.

Sessione nera per Baidu, che lascia sul tappeto una perdita del 2,77%.

In caduta libera Citrix Systems, che affonda del 2,41%.

Si concentrano le vendite su Vodafone, che soffre un calo dell’1,85%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In rosso Wall Street