In rosso le Piazze del Vecchio Continente

(Teleborsa) – Partenza fortemente negativa per le principali borse europeein scia ai ribassi di Wall Street e Tokyo. Nella seduta di venerdì il Dow Jones è sceso sotto la soglia dei 26 mila punti dopo che gliottimi dati sul mercato del lavoro USA, hanno lasciato presagire tra gli addetti ai lavori un atteggiamento più “hawkish” ovvero aggressivo da parte della Federal Reserve. Importante il balzo dei salari, che hanno raggiunto il top dal 2009: la paga oraria media è cresciuta del 2,9%.

Poco mosso il cambio Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,245. Sul fronte macro, sono attesi gli indici PMI servizi di Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna e Eurozona e negli Usa l’ISM servizi. 

Sostanzialmente stabile l’oro, che continua la sessione sui livelli della vigilia a quota 1.334,5 dollari l’oncia. Vendite diffuse sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 64,91 dollari per barile.

Lo Spread peggiora, toccando i 140 punti base, con un aumento di 4 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,16%.

Tra i listini europei seduta negativa per Francoforte, che mostra una perdita dello 0,87%. Sotto pressione anche Londra, che accusa un calo dello 0,99%. Scivola Parigi, con un netto svantaggio dell’1,06%. Segno meno per il listino milanese, in una sessione caratterizzata da ampie vendite, con il FTSE MIB che accusa una discesa dell’1,17%. 

In discesa a Piazza Affari tutti i comparti. Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si manifestano nei comparti Chimico (-2,59%), Automotive (-2,37%) e Media (-2,14%).

Giornata nera a Piazza Affari: tutti i titoli ad alta capitalizzazione sono in perdita. Le più forti vendite si manifestano su Leonardo, che prosegue le contrattazioni a -3,35%. 

Lettera su Fiat Chrysler, che registra un importante calo del 2,95%.

Affonda Mediaset, con un ribasso del 2,24%.

Unica maglia rosa tra i titoli del FTSE MidCap, Zignago Vetro raggiunge un +0,63%. I più forti ribassi, invece, si verificano su Aeroporto di Bologna, che continua la seduta con -5,84%. Vendite a piene mani su Biesse, che soffre un decremento del 3%.

In rosso le Piazze del Vecchio Continente
In rosso le Piazze del Vecchio Continente