In rosso l’azionario europeo. Giù anche Piazza Affari

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, mentre in USA la vittoria di Joe Biden sembra ormai a un passo dopo il sorpasso messo a segno anche in Georgia.

Sul mercato valutario, leggera crescita dell’Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,188. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,27%. Giornata da dimenticare per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 37,57 dollari per barile, con un ribasso del 3,15%.

Lieve calo dello spread, che scende a +125 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,61%.

Tra gli indici di Eurolandia calo deciso per Francoforte, che segna un -0,95%, nulla di fatto per Londra, che passa di mano sulla parità. Sotto pressione Parigi, con un forte ribasso dello 0,79%. Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,57%.

Leggermente negativo il FTSE Italia Mid Cap (-0,67%); come pure, negativo il FTSE Italia Star (-0,92%).

In buona evidenza a Milano i comparti chimico (+3,33%), telecomunicazioni (+2,27%) e materie prime (+1,78%).

Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si manifestano nei comparti costruzioni (-2,21%), bancario (-1,92%) e immobiliare (-1,74%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Inwit (+5,07%), CNH Industrial (+2,43%), Tenaris (+1,86%) e Nexi (+1,02%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Leonardo, che prosegue le contrattazioni a -7,31%.

Soffre Unicredit, che evidenzia una perdita del 2,96%.

Affonda Unipol, con un ribasso del 2,58%.

Preda dei venditori Atlantia, con un decremento del 2,57%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, GVS (+5,56%), Avio (+3,90%), Credem (+3,78%) e La Doria (+3,33%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Carel Industries, che continua la seduta con -7,98%.

Crolla El.En, con una flessione del 4,32%.

Vendite a piene mani su Saras, che soffre un decremento del 4,16%.

Pessima performance per Anima Holding, che registra un ribasso del 3,80%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In rosso l’azionario europeo. Giù anche Piazza Affari