In rosso la Borsa americana

(Teleborsa) – Prosegue negativa la borsa di Wall Street con gli investitori preoccupati per le rinnovate tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. Il presidente americano Donald Trump ha annunciato l’imposizione di dazi del 10% su prodotti provenienti dalla Cina per un valore di 200 miliardi di dollari. Una mossa, decisa in risposta alle tariffe stabilite da Pechino come “ritorsione” nei confronti dei dazi USA su alluminio e acciaio, entrati in vigore la scorsa settimana.

Non si è fatta attendere la risposta della Cinache ha fatto sapere assumerà contromisure per tutelare gli interessi del Paese e della sua popolazione e si appellerà alla comunità internazionale al fine di “lavorare insieme alla difesa delle regole di libero scambio e del multilateralismo”.

Dal fronte macroeconomico, è stato pubblicato, prima dell’avvio del mercato, l’andamento sui prezzi applicati dall’industria statunitenseche ha evidenziato un aumento a giugno, il balzo maggiore dal novembre 2011

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones sta lasciando sul parterre lo 0,85%; sulla stessa linea, lo S&P-500 perde lo 0,71%, continuando la seduta a 2.773,88 punti. Pressoché invariato il Nasdaq 100 (+0,09%); guadagni frazionali per lo S&P 100 (+0,41%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. Nella parte bassa della classifica dell’S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti Materiali (-2,00%), Energia (-1,89%) e Industriale (-1,57%).

Al top tra i giganti di Wall Street, Visa (+1,19%) e Walt Disney (+1,11%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Caterpillar, che continua la seduta con -3,11%. 

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Fastenal (+10,07%), Check Point Software Technologies (+3,62%), Activision Blizzard (+1,42%) e Workday (+1,37%). I più forti ribassi, invece, si verificano su American Airlines, che continua la seduta con -7,47%.

In rosso la Borsa americana