In rosso la Borsa americana

(Teleborsa) – Prosegue in calo la borsa di Wall Street che scivola dai massimi record toccati di recente, nonostante il positivo dato sul mercato del lavoro americano che ha evidenziato una accelerazione della creazione di posti di lavoro a gennaio. Il tasso di disoccupazione è risalito al 3,6% dal 3,5% precedente, deludendo le attese, ma sono state avviate 225 mila nuove buste paga nei settori non agricoli (non-farm payrolls) rispetto alle 147 mila di dicembre (rivisto da un iniziale 145 mila).

Il Job Report viene tuttavia offuscato dai timori che tornano a prevalere per l’epidemia di coronavirus con il bilancio di vittime in continuo aumento.

Tra gli indici statunitensi, il Dow Jones sta lasciando sul parterre lo 0,82%; sulla stessa linea, si posiziona sotto la parità lo S&P-500, che retrocede a 3.331,05 punti. In frazionale calo il Nasdaq 100 (-0,32%), come l’S&P 100 (-0,3%).

Andamento negativo negli States su tutti i comparti dell’S&P 500. Nel listino, i settori materiali (-1,49%), informatica (-0,70%) e sanitario (-0,69%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori Blue Chip del Dow Jones, Verizon Communication (+0,77%) e United Technologies (+0,53%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su DOW, che ottiene -2,56%.

Tonfo di Caterpillar, che mostra una caduta del 2,40%.

Vendite su 3M, che registra un ribasso dell’1,66%.

Seduta negativa per Boeing, che mostra una perdita dell’1,44%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Viacom (+3,24%), C.H.Robinson (+2,31%), Activision Blizzard (+2,14%) e Amazon (+1,70%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Ebay, che continua la seduta con -4,13%.

Lettera su Wynn Resorts, che registra un importante calo del 3,62%.

Affonda Liberty Global, con un ribasso del 3,30%.

Crolla Cognizant Technology Solutions, con una flessione del 3,11%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In rosso la Borsa americana