In rosso la Borsa americana

(Teleborsa) – Partenza al ribasso per la borsa di Wall Street, come peraltro attesa, anticipata dall’andamento negativo dei future statunitensi, condizionata dal persistere dello scontro sui vaccini e dai timori su eventuali ritardi nel ritorno alla normalità post Covid.

Sul fronte societario, l’attenzione degli operatori è focalizzata dal titolo GameStop: la nota catena di videogiochi era arrivata a guadagnare il 430% da inizio settimana ed il 700% rispetto a giovedì scorso, quando sono iniziati una serie di movimenti inattesi, attribuiti all’operatività di piccoli investitori, coordinatisi grazie al social finanziario Reddit. Focus anche su Johnson & Johnson che ha annunciato che il suo vaccino monodose ha un’efficacia del 66% nel prevenire le forme da moderate a gravi del Covid-19. L’azienda ha anche aggiunto però che il vaccino è efficace all’85% nella prevenzione di forme gravi e ha dimostrato di garantire una protezione completa contro il ricovero e la morte correlati al Covid in tutti i paesi in cui è stato testato.

Sul versante macroeconomico, rimbalzano a dicembre i redditi personali e le spese per consumi più delle attese degli analisti. Attese altre statistiche: l’indice PMI di Chicago, la vendita di case in corso, e la fiducia dei consumatori elaborata dall’Università del Michigan.

Sulle prime rilevazioni, il Dow Jones sta lasciando sul parterre lo 0,81%; sulla stessa linea, in lieve calo l’S&P-500, che continua la giornata sotto la parità a 3.763 punti. Poco sotto la parità il Nasdaq 100 (-0,52%); con analoga direzione, sotto la parità l’S&P 100, che mostra un calo dello 0,66%.

Nell’S&P 500, non si salva alcun comparto. Nella parte bassa della classifica dell’S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti utilities (-1,16%), telecomunicazioni (-1,01%) e energia (-0,95%).

Al top tra i giganti di Wall Street, American Express (+4,28%), Pfizer (+1,87%), Visa (+1,07%) e Merck (+1,05%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Johnson & Johnson, che ottiene -2,62%.

Sensibili perdite per Chevron, in calo del 2,15%.

In apnea Walt Disney, che arretra del 2,06%.

Calo deciso per Microsoft, che segna un -1,6%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Bed Bath & Beyond (+16,47%), Western Digital (+13,58%), Moderna (+9,96%) e Biogen (+8,19%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Charter Communications, che prosegue le contrattazioni a -5,69%.

Tonfo di Baidu, che mostra una caduta del 3,14%.

Lettera su Mondelez International, che registra un importante calo del 2,52%.

Affonda Comcast, con un ribasso del 2,11%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In rosso la Borsa americana