In rosso il mercato americano

(Teleborsa) – Partenza in rosso per la borsa americana in attesa del voto odierno del Congresso sul maxi piano di sostegno economico contro il coronavirus. Dopo alcune sedute positive, i mercati mondiali sono tornati a scontare le preoccupazioni per l’impatto dell’epidemia.

Sulle prime rilevazioni, forte calo del Dow Jones (-3,61%), che ha toccato 21.737,11 punti; sulla stessa linea, giornata da dimenticare per lo S&P-500, che retrocede a 2.549,49 punti, ritracciando del 3,06%. Pesante il Nasdaq 100 (-2,67%), come l’S&P 100 (-2,9%).

Sul fronte macro, sono attesi i redditi e le spese delle famiglie, oltre che la fiducia dei consumatori elaborata dall’università del Michigan.

Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P 500 su tutti i settori, senza esclusione alcuna. Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori energia (-5,26%), beni industriali (-4,42%) e finanziario (-3,92%).

Unica tra le Blue Chip del Dow Jones a riportare un sensibile aumento è Wal-Mart (+0,55%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Boeing, che ottiene -6,80%.

In caduta libera Chevron, che affonda del 6,51%.

Pesante American Express, che segna una discesa di ben -5,97 punti percentuali.

Seduta drammatica per Walt Disney, che crolla del 5,81%.

Tra i protagonisti del Nasdaq 100, Viacom (+3,24%), Moderna (+2,75%) e Regeneron Pharmaceuticals (+0,78%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Wynn Resorts, che ottiene -8,22%.

Sensibili perdite per American Airlines, in calo del 7,50%.

In apnea Bed Bath & Beyond, che arretra del 6,54%.

Tonfo di Texas Instruments, che mostra una caduta del 5,82%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In rosso il mercato americano