In recupero Milano e gli altri mercati europei

(Teleborsa) – Si muovono in territorio positivo i principali mercati di Eurolandia. Sulla stessa scia rialzista il FTSE MIB. Tonico l’S&P-500, che sulla piazza statunitense segna un aumento dello 0,81%.

Sul mercato valutario, lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,176. Giornata negativa per l’oro, che continua la seduta a 1.862,2 dollari l’oncia, in calo dello 0,78%. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo dell’1,79%.

Invariato lo spread, che si posiziona a +120 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,69%.

Tra i listini europei si muove in modesto rialzo Francoforte, evidenziando un incremento dello 0,40%, bilancio decisamente positivo per Londra, che vanta un progresso dell’1,35%, e bilancio positivo per Parigi, che vanta un progresso dello 0,48%. Piazza Affari continua la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,68%.

In luce sul listino milanese i comparti immobiliare (+3,13%), vendite al dettaglio (+2,76%) e beni per la casa (+2,69%).

Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si manifestano nei comparti chimico (-2,20%), costruzioni (-0,70%) e petrolio (-0,67%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, svetta DiaSorin che segna un importante progresso del 3,86%.

Vola Inwit, con una marcata risalita del 2,99%.

Brilla CNH Industrial, con un forte incremento (+2,75%).

Ottima performance per Campari, che registra un progresso del 2,71%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Atlantia, che continua la seduta con -3,13%.

Tonfo di Interpump, che mostra una caduta del 3,11%.

Si concentrano le vendite su Saipem, che soffre un calo del 2,69%.

Lettera su Mediobanca, che registra un importante calo del 2,12%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, De’ Longhi (+7,34%), Mediaset (+5,55%), Tinexta (+5,11%) e MARR (+4,44%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Cerved Group, che prosegue le contrattazioni a -6,33%.

Affonda Maire Tecnimont, con un ribasso del 4,72%.

Crolla GVS, con una flessione del 4,15%.

Vendite a piene mani su Dea Capital, che soffre un decremento del 2,86%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In recupero Milano e gli altri mercati europei