In recupero la Borsa di Milano e gli altri mercati europei

(Teleborsa) – Si muovono in territorio positivo i principali mercati di Eurolandia. Sulla stessa scia rialzista il FTSE MIB. Si muove in modesto rialzo la borsa di Wall Street con l’S&P-500, che evidenzia un incremento dello 0,60%, dopo che gli ultimi dati sull’inflazione USA hanno smorzato i timori di accelerazione dei prezzi.

Sul mercato valutario, nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,19. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.716,4 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 63,7 dollari per barile.

Lieve calo dello spread, che scende a +98 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,67%.

Tra i listini europei si muove in territorio positivo Francoforte, mostrando un incremento dello 0,71%, senza slancio Londra, che negozia con un -0,07%. Denaro su Parigi, che registra un rialzo dell’1,11%. Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,46%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 26.030 punti.


Risultato positivo a Piazza Affari per i settori telecomunicazioni (+3,02%), alimentare (+2,33%) e utility (+1,42%).

Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori viaggi e intrattenimento (-2,36%), tecnologia (-2,15%) e sanitario (-0,75%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, incandescente Leonardo, che vanta un incisivo incremento del 5,56%.

In primo piano Telecom Italia, che mostra un forte aumento del 4,83%.

Decolla Interpump, con un importante progresso del 3,47%.

In evidenza Campari, che mostra un forte incremento del 2,51%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Prysmian, che prosegue le contrattazioni a -3,72%.

Sensibili perdite per STMicroelectronics, in calo del 2,54%.

In rosso Recordati, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,82%.

Spicca la prestazione negativa di CNH Industrial, che scende dell’1,74%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Datalogic (+10,72%), Bff Bank (+7,08%), Ferragamo (+5,76%) e ERG (+4,57%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Juventus, che ottiene -8,00%.

MARR scende dell’1,74%.

Calo deciso per Carel Industries, che segna un -1,65%.

Sotto pressione Credem, con un forte ribasso dell’1,29%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In recupero la Borsa di Milano e gli altri mercati europei