In difficoltà Seagate Technology, pesa il downgrade di UBS

(Teleborsa) – Aggressivo ribasso per l’azienda americana attiva nel settore storage, che passa di mano in perdita del 6,01%. Driver principale del ribasso è il downgrade a “sell” deciso dagli analisti di UBS che hanno anche tagliato il target price a 24 dollari dai precedenti 26. 

L’andamento di Seagate Technology nella settimana, rispetto al Nasdaq 100, rileva una minore forza relativa del titolo, che potrebbe diventare preda dei venditori pronti ad approfittare di potenziali debolezze.

Le implicazioni tecniche di medio periodo sono sempre lette in chiave rialzista, mentre sul breve periodo stiamo assistendo ad un indebolimento della spinta rialzista per l’evidente difficoltà a procedere oltre quota 34,09 dollari USA. Sempre valido il livello di supporto più immediato a controllo della fase attuale visto in area 31,95. Le attese più coerenti propendono per un’estensione del movimento correttivo verso quota 31,18 da manifestarsi in tempi ragionevolmente brevi.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

In difficoltà Seagate Technology, pesa il downgrade di UBS