In calo il settore servizi per la finanza (-2,58%)

(Teleborsa) – Scivola il comparto dei servizi finanziari in Italia, dopo l’andamento in frazionale ribasso dell’EURO STOXX Financial Services.

Il FTSE Italia Financial Services chiude a quota 75.675,12 con un peggioramento di 2.002,93 punti rispetto alla chiusura precedente. Meno Debole il comparto servizi per la finanza europeo, che scivola poco sotto la chiusura precedente a quota 424,85 dopo un avvio a 429,74.

Tra le azioni italiane a grande capitalizzazione dell’indice servizi finanziari, aggressivo ribasso per Exor, che flette in maniera scomposta, archiviando la sessione con una perdita del 3,60%.

Ribasso scomposto per Banca Generali, che archivia la sessione con una perdita secca del 2,03% sui valori precedenti.

Sottotono Azimut, che chiude la seduta con un calo dell’1,83%.

Tra i titoli a media capitalizzazione del comparto servizi finanziari, aggressivo avvitamento per Banca Ifis, che archivia la sessione in forte flessione, mostrando una perdita del 5,48% sui valori precedenti.

Chiusura in profondo rosso per Tamburi, che al termine della seduta esibisce una variazione percentuale negativa del 2,82%.

In forte ribasso Mutuionline, che chiude la seduta con un disastroso -2,32%.

Tra le small-cap di Milano, a picco Gequity, che chiude gli scambi con un pessimo -2,28%.

Affonda sul mercato Banca Intermobiliare, che alla chiusura soffre con un calo del 2,27%.

Risultato negativo per Lventure Group, con una flessione dell’1,27%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In calo il settore servizi per la finanza (-2,58%)