In calo il comparto bancario a Piazza Affari (-1,61%), flessione scomposta per Credito Valtellinese (-2,54%)

(Teleborsa) – Scivola il settore bancario italiano, dopo l’andamento in frazionale ribasso dell’EURO STOXX Banks.

Il FTSE Italia Banks chiude a quota 9819,83 con un peggioramento di -160,55 punti rispetto alla chiusura precedente. Meno Debole l’indice bancario europeo, che scivola poco sotto la chiusura precedente a quota 109,41 dopo un avvio a 109,71.

Nel listino principale, chiusura in rosso per Unicredit, che termina la seduta segnando un calo dell’1,80%.

In rosso Banco BPM, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,80%.

Spicca la prestazione negativa di Intesa Sanpaolo, che scende dell’1,53%.

Tra le mid-cap italiane, seduta molto negativa per Credito Valtellinese, che perde terreno, mostrando una discesa del 2,54%.

In apnea doBank, che arretra del 2,52%.

Tonfo di Credem, che mostra una caduta del 2,05%.

Tra le azioni del Ftse SmallCap, giornata da dimenticare per Banca Finnat, che archivia la sessione in forte flessione, mostrando una perdita del 2,42% sui valori precedenti.

Banco Sardegna Risp scende dell’1,47%.

Calo deciso per Banca Carige, che segna un -1,27%.

In calo il comparto bancario a Piazza Affari (-1,61%), flessione scomp...