In calo i mercati europei. Milano inclusa

(Teleborsa) – Finale in territorio negativo per Piazza Affari per le altre principali Borse europee in una  giornata dettata dall’incertezza dopo la recente forte correzione dei mercati. 

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,11%. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,37%. Giornata da dimenticare per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 59,72 dollari per barile, con un ribasso del 2,34%.

Lo Spread peggiora, toccando i 129 punti base, con un aumento di 4 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,03%.

Tra gli indici di Eurolandia sotto pressione Francoforte, che accusa un calo dell’1,25%. Scivola Londra, con un netto svantaggio dell’1,09%. In rosso anche Parigi, -1,41%. Sessione negativa per Piazza Affari, con il FTSE MIB che lascia sul parterre l’1,33%. 

Il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 4,24 miliardi di euro, in rialzo rispetto agli 3,97 miliardi della vigilia, mentre i volumi si sono attestati a 2,1 miliardi di azioni, rispetto ai 2,06 miliardi precedenti.

Tra i 226 titoli trattati, 156 hanno chiuso in ribasso, mentre 58 azioni hanno chiuso la sessione odierna in progresso. Stabili i restanti 12 titoli.

Risultato positivo a Piazza Affari per il settore Alimentare, con un +0,67% sul precedente. Nel listino, i settori Costruzioni (-5,84%), Chimico (-3,58%) e Sanitario (-3,33%) sono stati tra i più venduti.

Tra i best performers di Milano, in evidenza UnipolSai (+1,52%), Unipol (+1,06%), Banca Generali (+0,86%) e Campari (+0,83%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Fineco, che ha chiuso a -3,90%. Giù anche Recordati, che registra un ribasso del 3,41%. Sessione nera inoltre per Banco BPM, che lascia sul tappeto una perdita del 3,19%.

In caduta libera Fiat Chrysler, che affonda del 2,95%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Banca Farmafactoring (+3,49%), Mondadori (+3,48%), Beni Stabili (+1,66%) e Tod’s (+1,48%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su El.En, che ha chiuso a -8,28%.

In calo i mercati europei. Milano inclusa