Imprese e fallimenti, rallenta la corsa ai tribunali

(Teleborsa) – “Il sistema produttivo italiano sta uscendo dalla grave crisi degli ultimi anni”. A dichiararlo è il presidente di Unioncamere, Ivan Lo Bello, commentando i dati sulle procedure di fallimento che hanno evidenziato un calo tra gennaio e novembre 2015. “Il segnale che giunge dal rallentamento delle procedure fallimentari è certamente positivo” ha detto Lo Bello aggiungendo che “quello di quest’anno è, infatti, sul fronte dei fallimenti, il risultato migliore dall’inizio della crisi”.

Secondo l’ultima rilevazione di Unioncamere, rallenta la corsa dei fallimenti delle imprese italiane: tra gennaio e novembre di quest’anno le procedure fallimentari aperte dalle aziende dello Stivale sono state circa 12.500, contro le 13.200 del corrispondente periodo del 2014. In termini percentuali, la frenata è vicina al 5% e segna un’inversione di tendenza rispetto al trend degli ultimi 4 anni.

Rispetto alla struttura imprenditoriale italiana, che conta circa 6 milioni di imprese registrate negli archivi delle Camere di commercio, il fenomeno delle aperture di procedure fallimentari riguarda dunque un numero di imprese molto limitato, nell’ordine di 2,1 unità ogni mille.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Imprese e fallimenti, rallenta la corsa ai tribunali