Imprese, Calenda: “Trasformare il credito di imposta da incrementale a strutturale”

(Teleborsa) – “Oggi la battaglia sugli investimenti e sul supporto alle imprese per essere più competitive è la battaglia in Europa. Io penso che gli investimenti dovrebbero essere esclusi dal patto di stabilità per un certo numero di anni. Ho indicato tre anni almeno come orizzonte, ma anche a situazione costante c’è uno spazio significativo: cancellare tutti gli incentivi che non funzionano o hanno dimostrato di non funzionare, perché banalmente non sono stati spesi i soldi”. Così il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, intervenuto in collegamento oggi pomeriggio alla terza tappa di “Viaggio nell’Italia che innova”, organizzata a Oderzo (TV) dal Sole 24 Ore, Confindustria, Piccola Industria di Confindustria in collaborazione con EY. 

“Noi abbiamo tantissimi fondi cosiddetti ‘perenti’ – ha aggiunto il Ministro Calenda nella terza tappa del Viaggio nell’Italia che innova – cioè che non sono stati impegnati e concentrati su quelle misure che le imprese hanno utilizzato, quindi che le imprese hanno considerato di successo. Penso al super ammortamento, a una legge Sabatini allargata, a un credito d’imposta sulla ricerca e innovazione, che secondo me dovremmo trasformare da incrementale a strutturale. Quindi abbiamo delle idee abbastanza precise. Abbiamo anche dei test fatti. Questa è l’altra cosa importante: evitare che ogni ministro che arriva si inventi sette norme nuove per far vedere che è creativo. Io faccio l’esempio della prima cosa che ho smontato nelle prime settimane: la misura sulle smart cities, che cubava 50 milioni di euro. È una fesseria totale: tu non investi 50 milioni di euro sulle smart cities: o investi 5 miliardi perché ce li hai, oppure è meglio che quei 50 milioni li concentri insieme ad altri su una misura che può fare la differenza. Questo lo dobbiamo sempre tenere presente nelle azioni di governo”. 

“Non è tanto importante dire ‘rifacciamo tutto’, ma scegliere i campi in cui tu puoi fare una differenza. Se disperdi le risorse su tutte le iniziative, quello che succede è che non fai la differenza su nulla”, ha concluso Calenda.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Imprese, Calenda: “Trasformare il credito di imposta da incrementale...