Impossible Foods punta a quotazione a Wall Street nei prossimi 12 mesi

(Teleborsa) – Impossible Foods, azienda che produce sostituti per la carne a base di vegetali e la cui “fake meat” (in particolare gli hamburger) si è sempre più diffusa a livello globale negli ultimi anni, punta alla quotazione a Wall Street nei prossimi dodici mesi. Lo sbarco in Borsa potrebbe dare alla società statunitense una valutazione di oltre 10 miliardi di dollari, in sensibile aumento rispetto ai 4 miliardi stimati da un round di investimenti privati nel 2020, secondo quanto riporta Reuters.

Secondo fonti anonime con conoscenza delle discussioni in corso, Impossible Foods sta esplorando la potenziale quotazione sia tramite un’offerta pubblica iniziale (IPO) che tramite la fusione con una società di acquisizione di scopo speciale (SPAC). Una SPAC, acronimo di Special Purpose Acquisition Company, è un veicolo di investimento costituito per raccogliere capitali sul mercato attraverso la quotazione in Borsa; i capitali raccolti nella IPO sono destinati ad essere impiegati per un’operazione di acquisizione di una società target.

Le azioni della principale rivale Beyond Meat sono salite di oltre il 400% dal prezzo di IPO del 2019, segnalando che gli investitori hanno appetito per i prodotti sostitutivi della carne, i quali potrebbero conquistare sempre più consumatori nei prossimi anni, visto la crescente sensibilità verso le questioni ambientali e la grande impronta ecologica degli allevamenti tradizionali.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Impossible Foods punta a quotazione a Wall Street nei prossimi 12 mesi