Illimity, utile nove mesi a 24,3 milioni. Acquista portafoglio NPL da Unicredit

(Teleborsa) – illimity Bank ha chiuso i primi nove mesi con un utile netto pari a 24,3 milioni di euro rispetto ai -18,2 milioni del terzo trimestre 2019, esercizio in cui la banca era in fase di start up. UN contriobuto arriva dal buon andamento del terzo trimestre che registra un utile ante imposte in ulteriore crescita a 13,2 milioni di euro (10 milioni nel secondo trimestre 2020) e un utile netto di 9,5 milioni di euro.

Crediti netti verso la clientela e investimenti in crescita (+46%) a 1,83 miliardi di euro (1,26 miliardi al 30 settembre 2019), nonostante l’approccio selettivo alla generazione di nuovo business. Confermata solida pipeline per l’ultima parte dell’anno. Gli attivi salgono a circa 3,4 miliardi di euro (2 mld al 30 settembre 2019) e includono liquidità per circa 700 milioni di euro.

“Il 2020, primo anno completo di attività di illimity, si sta concretizzando come particolarmente significativo. Malgrado il perdurare della crisi, la Banca sta infatti dimostrando grande resilienza su tutti i fronti, con risultati molto positivi”, commenta l’Ad Corrado Passera, mettendo l’accento anche sulla capacità di innovazione della banca, entrata in nuovi segmenti come quello fintech. “L’accordo siglato con Banca Sella a settembre – sottolinea – ci consentirà di presidiare e sviluppare, attraverso HYPE, un business ad alto tasso di crescita come quello dei servizi finanziari non bancari”.

Dotazione patrimoniale robusta e in ulteriore crescita. Il capitale di vigilanza primario (CET1 Capital) aumenta a settembre 2020 a 478 milioni di euro, per effetto dell’utile trimestrale e della riduzione del mark to market negativo sul portafoglio titoli. Il CET1 Ratio si porta dunque al 19,2% (oltre 20% proforma).

Quanto all’outlook 2020 viene confermato l’obiettivo di utile netto attorno a 30 milioni di euro per l’esercizio in corso (ROE 5%)

illimity ha anche annunciato un nuovo accordo con Unicredit per l’acquisto di un portafoglio di crediti Unlikely to Pay per un valore nominale lordo complessivo di circa 153 milioni di euro (gross book value). L’acquisto oggi annunciato rappresenta la seconda tranche di una operazione complessiva pari a 600 milioni di euro di valore nominale lordo in fase di perfezionamento progressivo (dopo una prima tranche conclusa a fine ottobre pari a 81 milioni di euro) e composto prevalentemente da crediti classificati a UTP aventi taglio medio di circa 1,3 milioni di euro verso circa 450 controparti corporate – afferenti al segmento delle PMI italiane – e attive in diversi settori tra cui principalmente food & beverage, energy & utilities, real estate e costruzioni.

A conclusione di questa operazione, il valore lordo complessivo dei crediti distressed acquistati da illimity salirà a 7,7 miliardi di euro, di cui 1,7 miliardi relativi a posizioni UTP.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Illimity, utile nove mesi a 24,3 milioni. Acquista portafoglio NPL da ...