Il Senato approva la riforma del Codice antimafia

(Teleborsa) – Il Senato ha approvato oggi la riforma del Codice Antimafia, facendo passare il testo con 129 voti a favore, 56 contrari e 30 astenuti. Ora il provvedimento, che ha avuto una lunghissima gestazione, passa alla Camera per la seconda lettura.

Molto ottimista il Guardasigilli, Andrea Orlando, il quale afferma che “ci siano le condizioni per portare fino in fondo” la riforma e non farla “impantanare” alla Camera. Poi, il ministro ha tenuto a sottolineare che “questa riforma ci pone dal punto di vista normativo “all’avanguardia a livello internazionale nel contrasto alla criminalità organizzata”.

Il nuovo codice – ha ricordato Orlando – rafforza il ruolo dell’Agenzia per i beni confiscati ed introduce elementi anche di forte trasparenza nella gestione dei beni.

“Si tratta di dare maggiore efficacia e trasparenza a tutto il sistema dei sequestri, confisca e gestione dei beni dei mafiosi e di rilanciare il ruolo strategico dell’Agenzia nazionale”, ha rimarcato il presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi, ricordando che la riforma è attesa da “troppo tempo” 

Il Senato approva la riforma del Codice antimafia