Il punto sulle commodities 9 novembre 2020

(Teleborsa) – Grande settimana per il petrolio, che mette a segno un rialzo del 3,77%, rispetto ai valori precedenti. Analizzando lo scenario del petrolio si evidenzia un ampliamento della fase ribassista al test del supporto 36,44. Prima resistenza a 38,5. Le attese sono per un prolungamento della linea negativa verso nuovi minimi a 35,73.

Settimana decisamente positiva per il carburante, che ha terminato in rialzo del 3,13%. Lo scenario attuale del raffinato del petrolio mostra un allentamento della trendline al test del supporto 1,052. Le implicazioni tecniche propendono per una continuazione della fase ribassista verso nuovi bottom visti a 1,02.

In forte ribasso il Future sul Natural Gas, che chiude la settimana con un disastroso -13,89%. Lo scenario di breve periodo del derivato sul Gas evidenzia un declino dei corsi verso area 2,769 con prima area di resistenza vista a 3,125. Le attese sono per un ampliamento della fase negativa verso il supporto visto a 2,651.

Piccolo passo in avanti per il grano, che, a fine settimana, porta a casa un misero +0,58%.

Prepotente rialzo per il mais, che archivia la settimana con una salita bruciante del 2,07%.

Effervescente la Soia, che archivia la settimana con una performance decisamente positiva del 3,98%.

Settimana decisamente positiva per l’oro, che ha terminato la settimana in rialzo del 3,89%. Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 1.970,18, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 1.912,59. Attesa una continuazione al rialzo verso quota 2.027,76.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il punto sulle commodities 9 novembre 2020